fbpx

Osteopatia e Terapia manuale

Osteopatia

L’Osteopatia è una terapia manuale olistica che, diversamente dalla medicina tradizionale, mira a risolvere la causa del sintomo. Attraverso un’attenta valutazione, l’osteopatia individua le aree disfunzionali e ripristina il normale funzionamento dell’organismo grazie alle capacità di recupero e auto guarigione del corpo.

Le tecniche craniosacrale e manipolazione viscerale, così come la terapia manuale in genere, fanno parte dei trattamenti osteopatici.

Campi d’azione del trattamento osteopatico:

L’ambito generale delle applicazioni dell’Osteopatia e Terapia manuale è la struttura corporea nella sua integrità funzionale (ossa, articolazioni, muscoli e funzioni circostanti) ed esclude quindi tutte le lesioni anatomiche gravi e tutte le urgenze mediche.Il trattamento osteopatico non è doloroso. E’ risolutivo nei casi in cui le disfunzioni non abbiano origine da patologie cronicizzate che hanno scatenato processi degenerativi irreversibili, in quest’ultimo caso, il trattamento contribuisce ad alleviare il dolore ed aiuta il paziente a convivere con la malattia.

Qui di seguito un elenco di casi, tuttavia non esauriente, che possono essere oggetto del trattamento osteopatico:

– Sistema muscolo-scheletrico: tendiniti, dolori articolari, pubalgie, cervicalgie, dorsalgie, lombalgie, dolori costali o intercostali, dolori al coccige, colpi di frusta e qualsiasi dolore a seguito di un trauma importante (sportivo, stradale, ecc.)

– Sistema Neurologico: sciatiche, cruralgie, nevralgie cervico-brachali, nevralgie facciali, diverse neuropatologie, cefalee, emicranie ecc.

– Sistema neurovegetativo: stress, stati ansiosi, depressivi, irritabilità, turbe del sonno, senso di oppressione, ecc.

– Sistema circolatorio: problemi circolatori agli arti inferiori e superiori, congestioni venose , emorroidi, palpitazioni, tachicardia, problemi post operatori cardiocircolatori, cefalee, emicranie.

– Sistema digestivo: iperacidità gastrica, reflusso, ernia iatale, gonfiore,turbe digestive, stitichezza, diarrea, colite ecc.

– Sistema gineco-urinario: incontinenza, cistiti, turbe della menopausa, dolori al basso bacino, dolori durante i rapporti, dolori mestruali, ecc.

– Gravidanza: preparazione al parto, sindrome post-partum, cistite, dolori funzionali del piccolo bacino, ecc.

– O.R.L e apparato respiratorio: rinite, sinusite, otiti, patologie asmatiche, vertigini, cefalee, problemi di deglutizione, bruxismo ecc.

– Bambini: vari problemi della nascita e della prima infanzia legati a un parto difficile o ad un cesareo, disturbi del sonno, stato collerico, irritabilità, problemi digestivi, problemi ortodontici (palato stretto, malocclusione, morso crociato..) problemi ortopedici, squilibri posturali (scoliosi, dismetrie degli arti inferiori…) cefalee, emicranie.

Terapia Craniosacrale

La Terapia cranio sacrale è una pratica della tradizione osteopatica. Il primo ad ipotizzare che le ossa craniche potessero muoversi tra loro fu, all’inizi del ‘900, il padre dell’osteopatia William Garner Sutherland.
Successivamente le sue tecniche sono state approfondite e sviluppate da molti osteopati. Jhon E. Upledger è sicuramente uno dei maggiori esponenti della terapia cranio sacrale e le sue innovazioni hanno portato benefici a moltissimi pazienti.

La Terapia craniosacrale è una terapia manuale non invasiva. Si inserisce nel contesto riabilitativo in quanto, utilizzando modalità di palpazione e di mobilizzazione a livello fasciale, tende a ristabilire l’equilibrio fisiologico del corpo attraverso delicate manipolazioni del cranio e del sacro.

Si definisce “craniosacrale” perché include tutte le ossa del cranio (capo, faccia e bocca) e si estende lungo la colonna vertebrale fino al sacro grazie alla continuità delle membrane che avvolgono e proteggono il cervello e il midollo spinale: le meningi.

A chi è utile 

manipolazione viscerale genova barral

Manipolazione viscerale

La manipolazione viscerale è stata sviluppata dall’osteopata e fisioterapista di fama internazionale Jean-Pierre Barral. La manipolazione viscerale è una forma di terapia manuale focalizzata sugli organi interni, il loro ambiente e la loro potenziale influenza su molte disfunzioni.

I terapisti che utilizzano questo tipo di manipolazione sfruttano i movimenti ritmici del sistema viscerale come importanti strumenti terapeutici apportando benefici per una vasta gamma di disturbi e patologie.

A chi è utile 

Metodo Maitland

Maitland è una metodica di terapia manuale, per la valutazione e il trattamento del paziente con problematiche articolari, muscolari e del sistema nervoso, che si basa sul ragionamento clinico. Tale metodica utilizza tecniche di mobilizzazione articolare e manipolazioni periferiche e vertebrali associate a tecniche neurodinamiche, di stretching e all’esercizio fisico. Può essere d’aiuto per molti disturbi, acuti o cronici, e dopo traumi sportivi o interventi chirurgici:

  • problemi vertebrali (cervicali, dorsali, lombari)
  • artrosi di anca, ginocchio, colonna
  • dolori facciale, mal di testa e problemi temporo-mandibolari
  • irritazioni nervose (sciatica, formicolio alle mani o ai piedi) 
  • dolore al ginocchio post traumatici o degenerativi
  • problemi al gomito (gomito del tennista)
  • problemi alle mani (fratture, sindrome del tunnel carpale, rizoartrosi) 
  • problemi al piede (fratture, distorsioni).

Fondamentali nel concetto Maitland sono la valutazione e il conseguente trattamento, il più specifico possibile, insieme all’insegnamento di esercizi di autotrattamento, col fine di fornire al paziente le soluzioni più efficaci per risolvere il suo problema.

Per appuntamenti:

dott. Sabino de Bari – tel. 3477434366
dott.ssa Francesca Casanova – tel. 3383637185